Per tenervi compagnia un piccolo estratto del mio nuovo libro… chissà se uscira mai così come steso adesso.

Ecco un breve estratto dal prossimo libro di Giosuè Stavros sullo sciamanesimo:

“L’esponente religioso che meglio rappresenta la figura dello sciamano è senza dubbio Gesù di Nazareth. Gesù aveva il dono di guarire gli infermi entrando in contatto con il regno dei cieli (mondo superiore secondo la tradizione sciamanica). Gesù inoltre insegnava ai suoi discepoli a guarire il prossimo entrando in comunione con Dio (fusione con il Maestro Spirituale secondo la tradizione sciamanica) ed era convinto che ogni uomo potesse compiere miracoli. Purtroppo le pratiche sciamaniche hanno sempre spaventato l’uomo perché sconfinano nel non conosciuto e ciò che non si conosce viene da sempre temuto. Per questo motivo la storia è piena di sciamani perseguitati e uccisi. Giovanna d’Arco aveva il dono di comunicare direttamente con il mondo degli spiriti. Questa sua abilità l’aiutò a salvare il suo re e il suo popolo, eppure Giovanna venne messa al rogo il 30 aprile 1431. Le sue doti sciamaniche le sono state fatali, poiché considerate un dono del demonio dagli esponenti ecclesiastici del suo tempo. Solo nel 1909, cinque secoli dopo la sua morte, la chiesa cattolica ha riconosciuto Giovanna d’Arco come una martire e una santa.”