NUOVA USCITA 5 SETTEMBRE: 

Testi dello sciamanesimo siberiano e centro-asiatico

di U. Marazzi (a cura di)

Casa Editrice: UTET

Profondamente radicato nelle antiche culture pre-agricole, lo sciamanesimo, più che una religione, è un complesso di credenze, un sistema ideologico, una concezione del mondo. Sebbene tradizioni e pratiche sciamaniche siano diffuse in larga parte della terra, la sua area d’elezione è la Siberia: quelle terre gelide e lontane ospitano il nucleo originario di una spiritualità potente, in cui lo sciamano è il tramite con il mondo ultraterreno. Suo compito non è portare la salvezza agli uomini, ma piuttosto intercedere per loro presso spiriti e divinità, in modo da risolverne i piccoli e grandi problemi dell’esistenza. Attraverso un complesso rituale di musica e danze, lo sciamano si immerge in uno stato d’estasi ed entra a diretto contatto con il magico, il religioso, il sacro. Con il suo tamburo sale sull’albero del mondo o naviga il fiume dell’universo, facendosi insieme medico, divinatore, psicopompo, ministro del culto. Questa antologia, curata da Ugo Marazzi, storico e professore di studi asiatici all’università “L’Orientale” di Napoli, raccoglie le testimonianze di una letteratura antica, tramandata oralmente per secoli di sciamano in sciamano e composta di invocazioni, inni e preghiere. Testi capaci di svelare le radici ancestrali dell’uomo, il suo rapporto con il divino e l’infero, e infine di riavvicinarci alla natura nella sua forma più profonda e autentica.

Per acquistare il libro clicca qui