REVOLUTION

Chissà cosa avrà pensato quella parte del popolo che non condivideva i valori di fraternità, libertà e uguaglianza che hanno spinto quei coraggiosi, indomiti guerrieri a smantellare la tirannia della monarchia francese.

Chissà cosa penseranno i figli di coloro che oggi, pur avendo avuto la possibilità di opporsi, si sono lasciati tappare la bocca, in senso metaforico e non, da chi preferisce uccidere tutti di fame piuttosto che sacrificare i più deboli, come madre natura ha sempre fatto fin dall’alba dei tempi.

Criticatemi, insultatemi, vomitatemi addosso tutta la vostra frustrazione, non m’importa. Io sto con i ribelli, con gli spiriti liberi, con i guerrieri impavidi, con chi contempla l’immensità della natura e sussurra nel suo cuore: “Sia fatta la tua volontà”… Sto con chi ha FEDE nel Divino. Una vita senza libertà non è vita… e neanche morte, è solo perenne agonia.

Preferisco di gran lunga andare oltre la soglia, nel regno di Ade, dove i miseri comandamenti umani non hanno senso alcuno.

Ora più che mai siete chiamati a fare la vostra scelta.

Volete vivere nella paura o nella fede?

Volete vivere nella schiavitù o nella libertà?

Volete essere miseri o immensi?

Sappiate solo che questa scelta determinerà il vostro futuro e quello dei vostri figli. Seguite il vostro cuore, non la vostra mente, e non potrete in alcun modo sbagliare.

 

rivoluzione