SIMBOLOGIA E SIGNIFICATO DELL’OCCHIO DI HORUS

Ecco le cose che sicuramente non sai sull’Occhio di Horus ma che devi assolutamente sapere:

1) L’Occhio di Horus è conosciuto anche come l’Occhio di Ra ed è un’antico simbolo egizio di protezione, salute e regalità.

2) Secondo gli egizi questo simbolo di indistruttibilità favoriva la rinascita, tanto che veniva posto all’interno dei bendaggi che avvolgevano il corpo dei defunti. E’ stato ritrovato infatti anche sotto il dodicesimo strato di bende che avvolgevano la mummia di Tutankhamon.

3) L’Occhio di Horus rappresenta inoltre i 5 sensi conosciuti (vista, udito, olfatto, tatto e gusto) più tutti quei sensi sconosciuti che permettono di accedere ai mondi paralleli e alle energie psichiche.

4) L’occhio di Horus che significa anche “occhio che tutto vede” viene spesso tatuato sulla nuca, sulle spalle e sulla schiena perché si ritiene abbia un forte valore apotropaico in modo particolare dai pericoli provenienti alle spalle. Garantisce anche protezione dalle energie negative.

5) Questo simbolo sacro è stato utilizzato anche dalla massoneria. Nella banconota da 1 dollaro degli Stati Uniti compare sul vertice di una piramide. L’Occhio di Horus è presente anche nell’immagine buddhista dell’occhio del mondo, rivelatore della prospettiva illuminata di Buddha.

 

6) In tempi antichi era consuetudine dei marinai del mediterraneo dipingere un occhio sulla prua della propria imbarcazione per cercare di assicurarsi una navigazione tranquilla e senza pericoli.

7) La spirale che compare sotto l’occhio, secondo molti studiosi, rappresenta il tratto finale del piumaggio del falco, l’animale del quale Horus secondo la tradizione prende le sembianze.

8) Secondo una delle tradizioni più antiche questo simbolo altamente sacro sarebbe la rappresentazione del Dio Horo i cui occhi raffiguravano il Sole e la Luna.

9) Questo simbolo favorisce la comunicazione con il proprio Sè superiore. A questo scopo in meditazione o durante un viaggio sciamanico è utile poggiarlo sul proprio terzo occhio. Molto studiosi sostengono che questo simbolo sia la rappresentazione stilizzata della ghiandola pineale.

10) All’Occhio di Horus sono stati dati anche altri significati come vendetta nella giustizia, purché mossa da ideali nobili e di vittoria, perché rappresenta il bene che vince sul male.

11) L’occhio di Horus nell’Antico Egitto veniva utilizzato anche come forma di misura, era usato infatti come “traduzione grafica delle unità di misura dei cereali” e riportava le importanti frazioni multiple di 1/2. Su ogni parte che compone l’occhio si trovano le frazioni di 1/2, 1/4, 1/8, 1/16, 1/32 e 1/64. Proprio per questo era importantissimo nella vita pratica di tutti i giorni.
Ognuna di queste frazioni sta a rappresentare anche un senso umano e nello specifico:
-la parte verso il naso rappresenta la frazione 1⁄2 e l’olfatto (il naso);
-la pupilla rappresenta la frazione 1⁄4 e la vista (la luce);
-il sopracciglio rappresentava la frazione 1⁄8 e il pensiero (la mente);
-la parte verso l’orecchio rappresentava la frazione 1⁄16 e l’udito (l’orecchio);
-la coda curva rappresentava la frazione 1⁄32 e il gusto (il germoglio del frumento);
-il piede rappresentava la frazione 1⁄64 e il tatto (il piede che tocca terra).