IL MONDO SUPERIORE

Il mondo superiore si presenta solitamente in modo evanescente e fantastico. La luce tende a essere dorata o assume colori tenui. Il paesaggio può essere molto vario, c’è chi si ritrova sopra le nuvole, oppure in un deserto dorato, chi in una città di cristallo, altri vedono il mondo superiore come un paesaggio lunare dall’aspetto etereo. Anche in questo caso l’esperienza è del tutto personale. Il modo migliore per accedere al mondo superiore è scegliere un luogo di potere, presente nella realtà ordinaria, che possa darvi uno sbocco verso l’alto. Alcuni esempi possono essere la cima di una montagna o di un ghiacciaio, oppure un parco che conoscete, dove è presente un albero su cui potete arrampicarvi. Una volta raggiunta la cima potete saltare verso l’alto e cominciare ad ascendere al mondo superiore. Ricordatevi che durante il viaggio sciamanico è coinvolto il vostro spirito e non il vostro corpo, quindi siete completamente liberi dai limiti corporei è da qualsiasi legge fisica, come la forza di gravità e i limiti spazio temporali.

Molte persone che vivono nelle grandi città si sentono più a loro agio a scegliere come luogo di potere il tetto di un grattacielo, oppure la canna fumaria del camino che utilizzano come tunnel di passaggio. Questi portali sono comunque validi anche se non sono presenti in natura. Il luogo di potere deve condurvi a destinazione, quindi scegliete quello che sentite più adatto a voi.

È fondamentale che abbiate visitato il luogo di potere almeno una volta, non ha importanza se è cambiato nel tempo, magari a vostra insaputa.

Un portale per il mondo superiore utilizzato in svariate culture sciamaniche è l’arcobaleno. In questo caso, gli sciamani percorrono le luminose scie colorate dell’arcobaleno fino ad arrivare a destinazione. Se decidete di optare per questo meraviglioso portale ricordate che l’arcobaleno deve appartenere alla realtà ordinaria, quindi dovrete averlo visto realmente.

Prima di raggiungere il mondo superiore attraverserete un varco che divide i due mondi che solitamente si mostra come uno strato di nuvole o una coltre di nebbia. Molti sciamani hanno la sensazione di attraversare una membrana sottile o un velo di carta, altri percepiscono un suono che li avvisa di essere arrivati a destinazione, anche in questo caso l’esperienza è personale. Se mentre salite vi trovate tra le stelle e i pianeti proseguite il viaggio perché non siete ancora arrivati. Tutto ciò che è visibile dall’uomo (la luna, il sole, le galassie, ecc.) fa parte del mondo di mezzo.

Il mondo superiore, come quello inferiore, ha più livelli, ognuno si mostra con uno scenario diverso e potete accedervi semplicemente continuando a salire. Ogni livello è diviso da una demarcazione che solitamente si mostra con un sottile strato di nuvole ma, essendo il viaggio sciamanico un metodo di rivelazione diretta, ogni esperienza è unica.

Nel mondo superiore si trovano solo spiriti compassionevoli. Queste entità si mostrano con sembianze umane, ma è possibile trovare anche angeli, animali e divinità sia mitologiche che religiose. Non stupitevi se quando esplorate questa dimensione incontrate Gesù, Buddha o Poseidone. Qui abitano anche gli spiriti dei saggi, dei filosofi e dei santi.

Durante i miei seminari di sciamanesimo mi capita spesso di ricevere testimonianze di persone atee che raccontano di aver incontrato la Vergine Maria o persone molto cattoliche che incontrano divinità induiste. Queste esperienze sono una dimostrazione che ciò che sperimentiamo durante il viaggio sciamanico non è il frutto della nostra immaginazione. Gli sciamani considerano i mondi che esplorano e gli spiriti che incontrano durante i loro viaggi reali quanto il mondo della materia. Noi occidentali possiamo avere inizialmente delle resistenze e dubitare di quello che sperimentiamo durante un viaggio sciamanico. Questo è dovuto all’importanza che la razionalità ha nella nostra cultura. Ci è stato insegnato che ciò che non si può vedere o toccare non esiste. In un passato non troppo lontano, le persone che avevano delle doti medianiche venivano rinchiuse in manicomio e considerate pazze. Questo ci fa capire quanto l’uomo sia spavento alla sola idea di guardarsi dentro e di comunicare con le sue guide spirituali. Eppure solo quando si compie questo salto verso l’ignoto possiamo superare i nostri limiti e riappropriarci del nostro potere divino.

Tratto da “Sciamanesimo. Viaggio nel mondo dello spirito” di Giosuè Stavros edito da Armenia.

Vuoi imparare ad effettuare un viaggio sciamanico?

Acquista il nostro corso online!

In offerta!

Nel Corso Base di Sciamanesimo scoprirai:

 

✅   qual è il tuo animale di potere

✅   come effettuare un viaggio sciamanico

✅   come ricevere aiuto dal tuo animale totem

✅   come purificare il tuo campo energetico

✅   come ricevere una guarigione dal tuo animale guida

✅   come accedere al Mondo Superiore

✅   come contattare il tuo Maestro Spirituale

… e tanto altro!