LA SECONDA ATTENZIONE

Dalla pagina facebook di Valerio:

Un passaggio molto interessante tratto dal sesto libro di Castaneda… “Il dono dell’aquila”.

Un amico dice più o meno che leggere Castaneda è una noia mortale ma che poi ad un certo punto trovi il passaggio che ti ricompensa di tutte le pagine lette precedentemente.

Tutto sommato condivido la sua analisi… ?

“Don Juan ci disse che la seconda attenzione svolgeva il compito di richiamo, di sollecitazione delle occasioni. Più la si esercita, maggiore è la probabilità di raggiungere il risultato desiderato. Ma questo è anche il compito dell’attenzione in generale, un compito dato talmente per scontato nella nostra vita di tutti i giorni, che lo si sta perdendo di vista; se ci imbattiamo in un evento fortuito, ne parliamo in termini di caso o coincidenza, piuttosto che riconoscere che è stata la nostra attenzione a richiamare quell’evento”.

Legge di attrazione? Beh concetto molto simile sotto certi punti di vista.