IL POTERE DELLE LETTERE – LETTERA “C”

Da sempre le lettere sono state viste come dei veri e propri simboli magici.
Ogni popolo ha sempre utilizzato un proprio alfabeto per lasciare la propria traccia di passaggio sul pianeta Terra. Questi simboli chiamati lettere hanno permesso all’uomo di esprimersi, di comunicare, di tramandare il sapere e non per ultimo di creare formule magiche.
LETTERA “C”
La lettera “C” come la maggior parte delle lettere del nostro alfabeto, deriva inizialmente dall’alfabeto fenicio e dalla parola “ghimel” o “gimel”, assimilato poi dall‘alfabeto greco e pronunciato “gamma”, infine arriva nell’alfabeto latino. Nel corso del tempo questa lettera ha subito molte variazione di pronuncia; dapprima il suono era quello che noi associamo alla g, poi venne pronunciato con il suono duro della “k” e così rimase durante tutta l’epoca classica. Nel V secolo a.C. a questo suono si unì il suono schiacciato dinanzi alla “i” e alla “e”. In epoca fenicia la “c” stava a significare la parola cammello, da allora il suo significato occulto non ha subito variazioni.
FONTE: Enciclopedia “L’uomo e l’ignoto”.
Vuoi intraprendere un vero e proprio percorso sciamanico? Visita: https://giosuestavros.it/video-corsi/
Vuoi saperne di più sullo sciamanesimo? Ti consigliamo di leggere i nostri libri disponibili in tutte le librerie comprese quelle online: https://amzn.to/2NeI4UB
Seguici sul nostro canale Telegram. Un luogo libero dove anche tu puoi dire la tua : https://t.me/ilviaggiosciamanico